Applicazioni industriali delle bioplastiche

Logo natureplast

Storicamente,  l'elaborazione delle bioplastiche a partire dagli anni Novanta deve il suo sviluppo all'intrinseca biodegradabilità. La tematica della gestione del fine vita dei rifiuti plastici stava prendendo piede, mentre la preoccupazione per l'esaurimento delle risorse fossili era appena all'inizio. I primi materiali lanciati sul mercato (principalmente compound a base di amido e il PLA) erano principalmente destinati ad applicazioni monouso per le quali sembrava avesse senso utilizzare polimeri biodegradabili e compostabili. È per questo motivo che, in un primo momento, questi materiali sono stati integrati nel mercato degli imballaggi morbidi (film, sacchetti, ecc.) e rigidi (vaschette, bottiglie, tazze, ecc.).

La diversificazione delle applicazioni delle bioplastiche è avvenuta nel corso degli anni con l'arrivo di nuovi materiali, che si sono gradualmente fatti largo nei mercati della plasturgia, supportati dai progressi del settore della R&S  che hanno permesso di migliorarne le proprietà.

Oggi, il mercato delle bioplastiche è dominato dagli imballaggi rigidi e da beni di consumo quotidiano, i principali rappresentanti sono il PET e i PUR bio-based.

Le diverse applicazioni delle bioplastiche sono segmentate in modo abbastanza evidente, mentre i polimeri biodegradabili e compostabili la fanno da padroni nei settori in cui questa proprietà rappresenta un vantaggio tecnico per il loro utilizzo o per il fine vita, come nel caso di agricoltura, orticoltura e imballaggi flessibili (sacchetti biodegradabili). Al contrario, sono quasi totalmente assenti nei mercati dei trasporti e dell'edilizia.

Nelle seguenti schede sono elencati i principali mercati di applicazione delle bioplastiche, che includono i settori degli imballaggi, dei pezzi tecnici, ecc.

graph production de bioplastique

SETTORI DI ATTIVITÀ

logo Natureplast