Produzione di bioplastiche

Il mercato delle plastiche bio-based e/o biodegradabili è in costante evoluzione; da diversi anni il principale asse di sviluppo è rappresentato dalle evoluzioni delle potenzialità di produzione dei polimeri bio-based e non biodegradabili.

Con 4,1 milioni di tonnellate di capacità di produzione nel 2016, le bioplastiche rappresentano circa l’1,7% del mercato mondiale dei polimeri. Solo un quarto di questa quantità richiede però la produzione di polimeri biodegradabili, a prescindere dall’origine.

Capacité de production des bioplastiques

Due soli polimeri rappresentano, oggi, quasi i due terzi delle capacità mondiali di produzione: i PUR bio-based e il PET bio-based. Le zone geografiche principalmente coinvolte nella loro produzione sono l’Asia seguita da Europa e America settentrionale.

Proportion des différents bioplastiques
Le caratteristiche delle diverse bioplastiche possono essere riassunte nella seguente tabella :
Materiale* Origine / Fine vita Risorse Proprietà Applicazioni
Durevoli (BioPET, BioPE, BioPA, ecc.) Dal 20 al ≈ 100% bio-based, non biodegradabile né compostabile Canna da zucchero, melassa, oli vegetali Equivalenti ai polimeri classici, riciclabili, non biodegradabili, facili da utilizzare Tutti i tipi di imballaggio, pezzi tecnici…
PLA ≈ 100% bio-based e 100% biodegradabile e compostabile Amido (mais), canna da zuccheri, barbabietola da zucchero, tapioca, ecc. Trasparente, rigido, bassa resistenza termica, limitate proprietà di effetto barriera Imballaggi agroalimentari (vaschette, pellicole, tazze…), cosmetici, pezzi iniettati, biocompositi…
PHA ≈ 100% bio-based e 100% biodegradabile e compostabile Amido (mais), zucchero (canna da zucchero, barbabietola), biomassa Da opaco a traslucido, da rigido a elastomerico, buona resistenza termica e proprietà di effetto barriera Biocompositi, pezzi iniettati, pellicola per imballaggio, ecc.
Biopoliesteri Parzialmente bio-based e 100% biodegradabili e compostabili Canna da zucchero, amido, ecc. Da opaco a traslucido, da rigido a flessibile, buona resistenza termica Sacchetteria, film per pacciamatura, flaconi, pezzi iniettati, ecc.
Derivati cellulosici Principalmente bio-based, possono essere biodegradabili e compostabili Polpa di legno Trasparente, rigida, buone proprietà termiche, meccaniche e di effetto barriera mballaggi agroalimentari (pellicole), pezzi iniettati, ecc.
Bioelastomeri Parzialmente bio-based e/o 100% biodegradabili e compostabiliv Diversi polioli bio-based (oli vegetali, zuccheri, ecc.) Molto flessibili, buone proprietà meccaniche e facilmente trasformabili Principalmente pezzi tecnici e iniettati
Compound a base di amido Parzialmente bio-based, possono essere biodegradabili e compostabili Amido (mais, patate, ecc.), farine Flessibile, sensibilità all’umidità, biodegradazione controllata Sacchetteria, film per pacciamatura, orticoltura…
Biocompositi Parzialmente bio-based, possono essere biodegradabili e compostabili Fibre di legno, canapa, lino, bambù e matrice bioplastica o convenzionale Rigidi, buona resistenza meccanica e termica, facilmente trasformabili Principalmente pezzi tecnici e iniettati